GIOCHIAMO! Dietro le quinte del nostro quarto Topolino

20150509_082533[1]20150509_082533[1]

E siamo al quarto Topolino ormai finito con gli occhi stanchi, le spalle ustionate, le gambe abbastanza provate ma ancora la festa addosso e la voglia di giocare a rugby.

Ma ogni anno è diverso, ogni anno porti a casa una carica unica, tanti sorrisi, tante botte anche e tanto buono sport giocato assieme, in mezzo a oltre 6000 bambini e relativi genitori.

Bellissime le magliette, gli striscioni, unici, bellissima la Ghirada, ottima l’organizzazione, meraviglioso il colpo d’occhio, ottimi i gazebo con tanto di piastre, porchette intere e tanta birra.

20150509_123816[1]

Quest’anno sono stata in prima linea come accompagnatrice di una delle due under 10 che avevamo come Selvazzano Rugby e anche quest’anno nonostante la stanchezza ringrazio anche di essere stata in campo…a distribuire il tè, a dare i biscotti, a dare da bere agli assetati cercando di buttare l’acqua direttamente dentro la bocca senza bagnarli e senza far toccare la bottiglia a nessuno, a gestire gli spostamenti, sa legare le scarpe, a tenere i caschetti e i paradenti masticati, a buttare acqua o ghiaccio secco sopra qualche botta o ferita…ma soprattutto ad ascoltare e dare la carica ai bambini, a vedere le loro facce, ad ascoltare i loro discorsi e giochi…

Mi sento tanto mamma in tutto questo e forse il mio senso materno in questo caso viene alla ribalta…forse avrei voluto avere tanti bambini nella mia vita e quando sono in mezzo a loro mi sento bene…ma sono davvero unici e belli, sono spontanei…sono gentili…e pure rompi scatole ogni tanto…

20150509_142342[1]

e poi li guardi e osservi tanti caratteri e modi…da quello che si sa gestire in tutto e per tutto, a quello che ti ringrazia sempre, a quello che cerca la conferma che è stato bravo, a quello che ama fare il capo coro, a quello che è silenzioso, a quello che corre come una gazzella…

la cosa divertente è che oggi giocavamo a scommettere sulle mete da farsi…dopo una prima giornata andata così così…con qualche sconfitta che si poteva evitare…eppure c’era grinta e voglia di fare…avevano bisogno di essere caricati…e anche uno stupidissimo gioco delle mete da fare..indovinando quante ne avremmo fatte e chi le avrebbe fatte è stato per loro uno stimolo a giocare bene e con voglia…

20150509_082004[1]20150509_071919[1]

quanto poco a volte ci vuole per aiutarli a tirare fuori il loro meglio e a vederli sorridere..quanto bello è giocare e divertirsi anche facendo fatica…e guardando al risultato ma per sorridere e stare bene….ovvio se poi si vince meglio!!!!

E così ringrazio chi mi ha regalato questa bella esperienza, ringrazio i “nostri rugbisti”……e aspetto il prossimo Topolino…under 12…si comincia a diventare grandi…ma io voglio continuare a rimanere “piccola” se questo significa entusiasmarsi ancora una volta, passare due giornate con questi meravigliosi bambini e dentro un campo da rugby.

20150509_142429[1] 20150510_085820[1]

Annunci

Io e la sanità

In attesa di scrivere la mia esperienza estiva con gli ospedali e la frattura di 4 dita del piede sinistro voglio fare una piccola parentesi relativa alla prenotazione di una visita per il piccolo…più che altro per fare uno spaccato di quello che succede a chiunque di noi..che sottolineo per fortuna non ha urgenze o problemi particolari.

Da un po’ di tempo Lorenzo guarda la televisione attaccatissimo tanto che ormai la musica è sempre la stessa e così pure il ritornello “lorenzo spostati e siediti sul divano altrimenti dovrai mettere gli occhiali”…non ricordo se arrivo a dirlo una ventina di volte o più nell’arco di tempo di un cartone in dvd…comunque detto questo e per togliermi dubbi di ogni genere decido di fissare un appuntamento con l’oculista, una prima visita visto che lorenzo non ha ancora 5 anni…e così su suggerimento di alcune persone chiamo la pediatria di Padova per fissare una visita…e qui comincia l’avventura, breve ma intensa se così possiamo dire…

allora in pediatria giustamente visitano prima le urgenze e i bambini in cura poi gli altri soprattutto quelli che hanno bisogno solo di una visita di controllo…e fin qui mi va benissimo…io però pensavo che ci fosse meno da aspettare…allora mi dicono : “ LE VA BENE LUGLIO 2011?” !!!!!!! non ho capito male è tra un anno….. aiuto, le dico che cerco da altre parti…mi suggerisce di sentire l’ospedale dove visitano anche gli adulti ma controllano spesso anche i bambini…immagino per questo motivo…e allora chiamo anche il Policlinico…dove mi dicono che LE LISTE SONO CHIUSE  e quando riapriranno le prime visite che verranno prenotate saranno per MARZO 2011 !!!!!!

 

altrimenti…e qui viene il bello basta chiamare un altro numero sempre in ospedale dove posso prenotare una visita INTRAMOENIA….di cui allego la definizione qui sotto tratta da wikipedia:

Nell’ambito del Servizio sanitario nazionale l’attività intramoenia (o intramuraria) si riferisce alle prestazioni erogate dai medici di un ospedale, al di fuori dell’orario di lavoro, che utilizzano le strutture ambulatoriali e diagnostiche dell’ospedale stesso. Le prestazioni erogate in regime di intramoenia garantiscono al cittadino la possibilità di scegliere il medico a cui rivolgersi per una prestazione, e sono perciò soggette al pagamento di un compenso liberamente stabilito dal professionista e approvato dalla Direzione Sanitaria. Il medico è tenuto al rilascio di regolare fattura e la spesa è detraibile dalle imposte.

 

Ossia detto in parole povere devi pagare, il tutto è regolare e poi scaricarlo ma devi pagare.  Bene visto che mi pare che non mi rimanga scelta e visto che per i bambini è più difficile trovare professionisti preparati all’esterno dell’ospedale mi faccio dare il nome del medico specializzato nei bambini e chiamo.

Bene qui ovviamente il primo buco è il 3 settembre…ossia tra 15 giorni…..pazzesco il divario no!

Qui ovviamente non serve nemmeno l’impegnativa del medico basta sborsare 85 euro di visita…mah continuo a ripetermi mah….